Riparazione PC: inchiesta di Altroconsumo


Portare il PC in assistenza per una riparazione, soprattutto se non si conosce il tecnico o il negozio a cui ci si affida, può comportare un vero e proprio salasso ingiustificato; molti sono infatti gli operatori che si approfittano dell'ignoranza del cliente nel campo informatico, ma anche nell'ambito dei propri diritti di consumatore relativamente alla garanzia.
Come del resto avviene purtroppo anche quando si porta l'auto dal meccanico ed in mancanza di competenze proprie ci si deve affidare alla buona fede altrui.

Una recente inchiesta di Altroconsumo, in pieno stile "Le Iene" con telecamera nascosta, ha voluto indagare sui prezzi e sull'onestà degli operatori del settore: l'inviato ha simulato un guasto al computer molto semplice da riparare (memoria ram leggermente scollegata), e si è recato presso 20 centri di assistenza a Milano e Roma per verificare quanto effettivamente veniva addebitato per la riparazione e a quale titolo.

Solo un paio di centri "onesti" sembrano aver riparato il guasto effettivo, addebitando una cifra modesta (entro i 15 euro o addirittura gratis).

I restanti operatori, come si evince dal video, hanno richiesto somme decisamente esagerate, fino a 400 euro, adducendo le motivazioni più disparate circa le riparazioni effettuate: "si erano bruciati i cilindretti..i condensatori=340 €" (??), "questo guasto non è in garanzia perchè si è bruciata tutta la linea di alimentazione, e fra un anno bisogna lubrificare la ventola, cambiare la pasta al processore, stringere le bronzine (le bronzine????)=396 €", "l'alimentatore è saltato e ha fatto saltare anche la scheda = 154 €", "la garanzia sul pezzo che sostituiamo vale solo 60 gg"!

Precisazioni

E' evidente che l'inchiesta è stata realizzata ad hoc per scovare i "furbetti", generando un guasto molto banale che facilmente invoglierà i più a simulare o effettuare riparazioni più impegnative e costose.
E' anche vero che probabilmente alcuni tecnici non riuscendo ad individuare la memoria scollegata, che in effetti è un evento raro, avranno preferito risparmiare tempo e sostituire direttamente la scheda madre e l'alimentazione. agendo quindi in buona fede anche se con poca professionalità.

D'altra parte però solo tramite questo tipo di interventi si riconosce l'effettiva buona fede dell'assistenza, che peraltro a nostro avviso agendo in modo disonesto causa anche un danno a sè stessa, visto che il cliente che riscontra prezzi modici e correttezza sarà più invogliato a rivolgersi nuovamente allo stesso operatore, anche per l'eventuale acquisto del successivo PC nuovo.


Conclusioni e consigli

Riportiamo alcune considerazioni e consigli sicuramente utili a chi si troverà in situazioni simili:

- la garanzia per l'acquisto o la sostituzione di un componente informatico è sempre di 2 anni per il consumatore privato (1 anno per le aziende e professionisti), anche se la vendita o il lavoro è stata effettuata senza ricevuta fiscale, essendo questo un aspetto fiscale e non legale

- il pc non necessita di manutenzione, lubrificazioni, "tagliandi", e quant'altro, fermo restando che è necessaria una minima attenzione da parte dell'utente per evitare che la griglia di aereazione si riempia di polvere surriscaldando il computer

- quando si porta il pc a riparare chiedere sempre di essere avvisati nel caso il costo dell'intervento superi una certa soglia

- affidarsi possibilmente a chi offre un preventivo gratuito, poichè se il costo di riparazione sarà elevato e deciderete di acquistare un nuovo pc avrete evitato una spesa inutile

- quando descrivete il problema al tecnico premettete sempre di avere in casa un gruppo di continuità che protegge da scariche e sbalzi di tensione, in questo modo saranno meno tentati di "diagnosticare" guasti elettrici inesistenti

- fate capire che conoscete i termini di garanzia (almeno 1 anno) per i componenti nuovi acquistati o sostituiti presso quel rivenditore

- farsi restituire i componenti guasti: il tecnico non vorrà rischiare che il componente restituito si rilevi poi funzionante facendolo verificare a qualcun'altro (a meno che non vada a danneggiarlo volontariamente, ma qui diventa una vera e propria truffa)

loghi maxtor acer asus symantec zyxel microsoft
logo tecnoufficio riparazione pc mestre Tecnoufficio di Sbroggio' Maurizio
Fisso 041-933.127 cellulare 347-64.13.800
Zone di intervento: Mestre - Venezia - Marghera e limitrofe
Codice fiscale SBRMRZ55R03L736P - Partita I.V.A.: 04341020271
bottone skype software

ASSISTENZA - RIPARAZIONE - VENDITA PC - PERIFERICHE HARDWARE SOFTWARE E SISTEMI OPERATIVI